124 Views |  Like

Attività e progetti

Ogni azione di Comunità Solidale Parma è ispirata al principio che l’uomo non ha unicamente bisogni primari da soddisfare, ma esistono necessità che vanno oltre: esigenze di relazione, interessi culturali, bisogno di socializzazione, riconoscimento del proprio ruolo nella società. Prima di avviare la propria attività Comunità Solidale Parma ha analizzato la situazione sociale del quartiere nel quale ha deciso di operare. Da questo studio sono emersi bisogni specifici in campo socio-sanitario, ai quali l’associazione tenta di rispondere con progetti che promuovono il benessere comune per tutto il quartiere.

Attività:

• 29 maggio 2015: incontro sui valori dell’associazionismo, le sue potenzialità e utilità per la collettività;
• 28 luglio 2015: incontro “Etica e volontariato nel settore socio-sanitario”. Principi cardine della bioetica, organizzazione dei servizi sociali del territorio, introduzione ai problemi della dipendenza;
• volantinaggio “corretti stili di vita”;
integrazione multiculturale nelle attività dell’ambulatorio San Moderanno (automutuoaiuto);
• attività informativa sul corretto approccio alle strutture sanitarie;
• attività informativa sulla prevenzione dei traumi da caduta negli anziani; • attività informativa sulla prevenzione dell’alcolismo e delle dipendenze

Progetti:

Casa della Salute e Ospedale di Comunità. Le Case della Salute fanno parte del più ampio progetto di riorganizzazione dell’attività territoriale assistenziale avviato dalla Regione Emilia-Romagna. Uno degli obiettivi di Comunità Solidale Parma è sostenere l’iter per la realizzazione di una Casa della Salute nel quartiere San Leonardo-Cortile San Martino-quartiere Colombo;
Camminate della salute: passeggiate collettive all’interno del quartiere che coinvolgono persone di tutte le età e puntano, in particolare, alla partecipazione degli anziani. L’obiettivo è iniziare le persone a stili di vita sani e consentire la socializzazione tra i partecipanti. Questa attività si è dimostrata efficace nella prevenzione sanitaria, specificatamente clinica, e contrasta l’insorgere di patologie come l’obesità. I percorsi sono studiati per favorire la conoscenza di zone del quartiere poco frequentate, senza rinunciare alla piacevolezza di un itinerario in contesti gradevoli;
• “La felicità non è tale se non è condivisa”, il progetto di automutuoaiuto che ha affrontato uno dei bisogni più sottostimati della società attuale: la solitudine delle persone. Partito nel maggio del 2016 ha offerto fino ad aprile 2017 incontri quindicinali gratuiti con la counselor Elisabetta Poli;
• “Cibo per la mente“, progetto nato dalla collaborazione con Mercatiamo negli spazi del Wopa (contenitore di eventi e attività ricavato da una struttura industriale dismessa). Comunità Solidale Parma ha messo a disposizione una piccola biblioteca di 200 libri per promuovere la lettura e lo scambio culturale. Dopo una prima fase terminata ad aprile 2016, il progetto ha avuto un’evoluzione, trasformandosi in “booksharing”, al fine di incrementare la dotazione della biblioteca e lo scambio tra gli amanti della lettura;
Raccolta e distribuzione di abbigliamento per l’infanzia e oggetti per la casa: il progetto aveva lo scopo di soccorrere le famiglie in difficoltà economica, fornendo loro vestiti, giocattoli e oggetti utili alla vita quotidiana.